Marpioni 2.0 – La guida per l’uso

Marpioni 2.0 – Guida per l’uso: dalla comparsa fino al tasto “Svuota cestino in maniera sicura”

In quest’ era in cui le relazioni face to face sembrano essere solo un lontano ricordo, anche il territorio della conquista si è spostato in rete. Quel posto dove chiunque si sente autorizzato a dare voce ai propri pensieri e spesso dire le cose meno opportune perché sicuro di rimanere impunito. Forse l’unico approccio dal vivo che ci rimane è quello del sabato sera in discoteca. Dal diciassettenne tamarro che all’ entrata ti chiede “ Ragazze, siete in lista? Ci fate entrare con voi?” (da-quand-è-che-quelli-come-te-mi-rivolgono-la-parola?) Al quarantenne brizzolato- ricco-cocainomane-decisamente-troppo-agée che scende in pista per domandarti se vuoi sederti con lui al privée… ma anche no, grazie.

Escluso l’abbordaggio di questi personaggi osceni ci resta ben poco, ma ecco qua un paio di classificazioni tipo che vi permettano di capire subito di che razza è il nostro nuovo amico/stalker a tre zampe.

–          I fidanzati. I più cretini. Quelli che hanno ufficialmente la ragazza, con tanto di: “tizio è ufficialmente impegnato con tizia”, ma che non resistono a mandarti messaggi come questo su Facebook : “Ciao, ti ho vista ieri pomeriggio al chiosco, sono rimasto veramente colpito dalla tua bellezza. Mi piacerebbe conoscerti meglio e anche frequentarti – questo è il mio numero 346**45327. Chiamami”. Non vi chiedono l’amicizia, per non far insospettire la fidanzata, ma vi tartassano di messaggi. Salvo poi sparire alla domanda: “Ma sei fidanzato?” Per questi, la cosa migliore sarebbe un ctrl+stamp da inviare alla poveretta. Se non altro per mettere in guardia una di noi.

–          I marpionazzi. Questi sono quelli che di solito mi fanno ridere. Quelli che ci provano con tutte le ragazze carine a tiro. Non importa se sono su Twitter, Facebook, Foursquare, Google+… sono quelli del messaggio privato scontato ed idiota: “Sei bellissima” “L’amore è come un fiore e tu sei il mio agricoltore”. In linea generale, una birra e due risate con questi non possono nuocere. A patto che dopo la birra andiate a casa: voi a casa vostra e lui a casa sua.

–          L’incompreso. O finto tale. Anche qui la tecnica del messaggino privato ma in versione soft educato e carino:  “Sei bellissima, senza malizia” “Che bello quello che dici/scrivi/fai” “Incredibile come mi trovo così d’accordo con te” “Vedi i feeling spesso possono stabilirsi anche a distanza e virtualmente” “Comunque tu non fraintendermi” – Ascolta, ciccio, prendi una decisione. Questi sono quelli che ci provano, ma mettono le mani avanti. Alcuni poi ti dicono: “Sono sposato con un figlio”. Non aggiungo nulla.

–          I tartarughi. Quelli che tirano indietro la testa,e tutto il computer. Quelli che ci provano spudoratamente, vi mandano sms, vi taggano, vi scrivono in chat, vi invitano ad uscire ogni due giorni, ma quando si sentono dire: “No, grazie tesoro” vi dicono: “Ma io non ci sto provando, hai capito male, non devi mica prendere sul serio tutto quello che dico!”Ah, no? Quindi mi sono immaginata tutto? Ragazze questi cercano di farci diventare schizofreniche. Cestinateli al volo.

–          L’indeciso. Bene non li ho capiti nemmeno io, questi. Sono quelli che  ti scrivono, sono single, coerenti (nella maggior parte dei casi) ma ci mettono due anni per chiederti di uscire. Ti scrivono messaggi, ti scrivono in chat, ti chiedono il numero e poi.. puff! Spariti. Alcune volte hanno solo bisogno di una deadline o di un ultimatum che li incoraggi a prendere una decisione e fare il grande passo di stabilire giorno ed ora. La garanzia degli indecisi è che tornano. Ogni tanto vi scrivono, vi cercano. Non si capisce se hanno un’altra, se non ce l’hanno o se sono quel tipo di uomo che pensa ai cazzi suoi e se ne frega della specie femminile. Forse non lo sanno nemmeno loro.

–          Il prometti-tutto. Ragazze qui dovete stare attente. Questi sono quelli che dopo la seconda telefonata iniziano a parlare al “noi”. Sono entusiasti, e apparentemente hanno già fatto la lista dei ristorantini dove vogliono portarvi. Sono quelli del “Questo week end partiamo insieme..” “Ho bisogno di una vacanza con te..” “Quando sono nervoso chiamo te, tu mi rilassi..” Salvo poi non chiamarvi per una settimana, non partire, ed essere tirchi come pochi. Diffidate, bambine, diffidate. Questi sono pe-ri-co-lo-si. Vi fanno partire per lidi sconosciuti, sognare ad occhi aperti. Ma non concludono nulla, anche questi tornano quasi sempre. Sistemateli già dal primo giro.

–          I disperati. Questi sono una tipologia di animale borderline. Uscirebbero anche con una scimmia, purchè femmina. Li trovate su Facebook ma anche nelle chat di incontri:  Netlog, e social simili. Sono alla disperata ricerca di una femmina e mettono mi piace a pagine indiscutibilmente oscene tipo “Casalinghe sole che aspettano l’idraulico”. Hanno più account, o il loro account sembrano tremendamente dei fake: hanno tre amici, e la foto di Rocco Siffredi nel profilo. Vi chiederanno di uscire di primo impatto senza nemmeno chiedervi se siete maggiorenni: brutta roba la disperazione, eh.

–          Gli anonimi. Non ho mai capito bene a che pro, ma c’è anche un tipo di uomo che ci prova nell’anonimato. Quelli che ti mandano email, o messaggi privati con nomi tipo “Gattino curioso”. Inutile dire che non ce la fanno, non possono farcela. Forse sono ex che vogliono dare una sbirciatina nella nostra vita, amici che vogliono farci uno scherzo ( in questo caso: ma che amici avete?)  o deficienti della domenica.

2 comments on “Marpioni 2.0 – La guida per l’uso

  1. Un po’ mi ritrovo nell’indeciso.. Non che sparisca, però ci metto due anni a chiedere di uscire, se arrivo a chiederlo. Ma non è che sono indeciso nel vero senso della parola, io so quello che vorrei, sono solo timido, un po’ insicuro, magari non ho un sacco di fiducia in me stesso e per una serie di ragioni penso “magari le piace chattare con me ma non le va di incontrarmi”. Una volta ho conosciuto una su internet che chattava con me quasi ogni giorno, per mesi e mesi, mi cercava anche lei, ma ogni volta che mi capitava di vederla di persona in un locale diventava gelida, una persona completamente diversa, sembrava pensare che una risposta con più di una sillaba per me significasse proposta di matrimonio. Poi il giorno dopo in chat era di nuovo tutto normale.
    Penso che la maggior parte degli indecisi siano solamente timidi.

    • Grazie per questo bel commento. Le “categorie” erano ironiche🙂 In ogni caso come fai giustamente notare tu, la “realtà reale” è molto diversa della realtà virtuale. E può anche essere che non corrispondano per nulla. Il timido comunque è una bella categoria, non potrei inserirla tra i “marpioni”😉

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s